Valeria Golino star a New York: «Non faccio bilanci, vivo nel presente. E la mia Napoli è leggenda»

ARTICOLI CORRELATI
di Luca Marfé

1
  • 642
NEW YORK - Incantevole Valeria Golino.

Attrice, regista, ma soprattutto icona. Icona del cinema italiano, icona di Hollywood, di questi Stati Uniti dove approda nelle vesti di ospite d’eccezione per la rassegna di film contemporanei “Italy on Screen Today”.

Loredana Commonara, direttore artistico del festival che per la prima volta tocca anche Miami, premia la Golino per il suo ultimo lavoro “Euforia”.

Bagno di folla per l’evento e una lunga chiacchierata con la Diva tra telecamere e microfoni del Mattino.

Parole rilassate, a tratti intime, libere da qualsiasi schema o scaletta.
 

L’infanzia, i primi passi, poi l’America.
La «nostalgia al presente» di Los Angeles, dove ha trascorso molti anni.
Le radici, le emozioni e i sentimenti della e per la sua Napoli.

«Tornarci è bellissimo. Napoli mantiene sempre le sue promesse, in tutti i sensi». E ancora: «È una città che, per chi vuole narrare storie, vive la sua leggenda. La puoi filmare e raccontare in mille modi, senza stancarti mai».

Lo dice con gli occhi lucidi, ma di altri amori, dopo il lungo fidanzamento con Riccardo Scamarcio, proprio non vuol parlare.
Non è tempo.
Così come non è tempo di bilanci e forse non lo sarà mai.

La Golino è meravigliosamente presa dal suo presente. E rilancia, invece, sul futuro. Sulle successive pagine di questo romanzo bellissimo che è la sua vita. Tanti progetti in cantiere e, soprattutto, tanta voglia di sognare e di far sognare ancora.



Lunedì 10 Dicembre 2018, 12:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-12-10 15:17:19
Leggenda

QUICKMAP