Gatta Cenerentola vola a Hollywood. E sogna la notte delle stelle

di Luca Marfé

LOS ANGELES - Gatta Cenerentola vola a Hollywood. Una proiezione davvero speciale in un’atmosfera di grande festa, condita da un tocco di sano orgoglio napoletano, per il film di animazione firmato da Alessandro Rak, Marino Guarnieri, Dario Sansone e Ivan Cappiello.

“Cinderella the Cat”, nella sua versione per il mercato americano, è andata in scena tra le mura del leggendario Teatro Cinese della Los Angeles più glamour e glitterata, grazie ad un evento organizzato da Italia Festival in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia, l’Istituto per il Commercio con l’Estero e l’Istituto Italiano di Cultura.


(Il Chinese Theatre situato lungo la leggendaria Walk of Fame di Hollywood)


In prima fila presenti i produttori Maria Carolina Terzi e Mauro Luchetti, assieme al console generale, altro napoletano fiero, Antonio Verde che commenta così: «La vitalità di Napoli, della lingua napoletana, delle nostre musiche. Che film!», ha esclamato entusiasta. E ancora: «Dita incrociate per la nostra Cenerentola, benvenuti a Hollywood!».

Riagganciandosi al complicato rapporto tra la protagonista della fiaba e le sue sorellastre, il console ha avuto peraltro delle parole importanti riguardo alle violenze di genere e, più in generale, riguardo agli abusi perpetrati a danno delle donne: «L’Italia è fortemente impegnata a proteggere e a promuovere i diritti umani nel mondo. La campagna “16 giorni di attivismo contro le violenze di genere - Leave no one behind” è in corso fino al 10 dicembre e l’arancione, colore portante dell’iniziativa, sarà presente in tutti i nostri eventi. Ripeto: l’Italia c’è».


(Maria Carolina Terzi, Mauro Luchetti e Antonio Verde)

Un vero trionfo, insomma, per la reinterpretazione tutta partenopea del grande classico Disney che, tra il 9 e il 16 dicembre, si gioca la sua candidatura ufficiale agli Oscar 2018 nella categoria “Miglior film d’animazione”. Un progetto innovativo, brillante e divertente che, a prescindere dall’esito, è già considerato uno dei grandi protagonisti di questo rush finale di qualificazione presso il Music Hall Theatre di Beverly Hills.

Al di là delle voci di Maria Pia Calzone, Alessandro Gassmann, Massimiliano Gallo, Mariano Rigillo e Renato Carpinteri, oltre a quella dell’amatissima Anna Trieste, la platea è stata incantata dalla straordinaria colonna sonora firmata tra gli altri da Enzo Gragnaniello e i Foja.

Proprio come ha detto il console, dunque, dita incrociate. Sognando la notte delle stelle.
Giovedì 30 Novembre 2017, 16:51 - Ultimo aggiornamento: 30-11-2017 16:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP