“La forma dell'acqua", bufera sul film di Guillermo del Toro: «Plagio di una commedia di Paul Zindel»

La forma dell'acqua, il film di Guillermo del Toro candidato a 13 premi Oscar, è accusato di plagio: la pellicola sarebbe basata - è la denuncia - sulla commedia del 1969 'Let Me Hear You Whisper' del premio Pulitzer Paul Zindel. L'azione legale avviata contro il regista, il produttore e la casa cinematografica del film è di David Zindel, il figlio ed erede del famoso drammaturgo, che senza mezzi termini li accusa di aver «senza vergogna copiato la storia, gli elementi e i personaggi» della commedia di suo padre, utilizzando addirittura le stesse parole.

Nel mirino di Zindel c'è anche lo studio Searchlight di Fox, che respinge seccamente le accuse: «Sono prive di fondamento e arrivano in coincidenza con il ciclo di voto dell'Academy Award per mettere sotto pressione lo studio a patteggiare rapidamente. Ma ci difenderemo con forza e difenderemo con forza questo film originale». «È una storia che avevo in mente da quando, a sei anni, ho visto Julie Adams nel Mostro della laguna nera» dice del Toro, ricordando il giorno in cui il produttore Daniel Kraus gli «ha parlato di una storia simile. Ho capito subito che avevamo fatto centro».

Dall'idea di del Toro e Kraus ne è nato anche un romanzo, che esordirà a livello mondiale l'1 marzo, pubblicato in Italia da Tre60. La parola ora spetta al giudice, chiamato a stabilire se le accuse di Zindel sono fondate. Non è comunque la prima volta che a Hollywood si accendono battaglie sulle accuse di plagio, soprattutto in presenza di film di atteso successo. E 'La forma dell'acquà ha tutte le carte in regola per sfondare: è stato premiato con il Leone d'Oro alla mostra del cinema di Venezia del 2017, ha vinto due Golden Globe e tre premi Bafta. Ora è in corsa per 13 Oscar, dove è il favorito anche se con scarto ridotto per il titolo di 'Miglior Film'. Secondo Stanleybet.it, il film di del Toro è favorito a 1.75, seguito da "Tre manifesti a Ebbing", Missourì a 1.85 e "Lady Bird" a 12.00. Per l'Oscar di miglior attorè è in testa Gary Oldman per l'interpretazione di Winston Churchill in "L'ora più buià". Per la migliore a
ttricè la favorita assoluta è Frances McDormand, mentre per il miglior regista il favorito è del Toro.
Giovedì 22 Febbraio 2018, 20:49 - Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio, 09:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP