"Smart Space", il concorso di idee per riqualificare Roma: il premio a giovani professionisti

ARTICOLI CORRELATI
di Silvia Natella

Migliorare la città puntando su spazi “intelligenti” nati dall’inventiva dei giovani è l’obiettivo del concorso di idee “Riqualifichiamo Roma - Progetta uno smart space”. Un’iniziativa che ha premiato tre progetti di microarchitettura, tra gli undici finalisti, che si sono distinti per la scelta di materiali innovativi, il design originale e la multifunzionalità. 

Facoltà di Medicina: «Stop al numero chiuso, ma non subito».

Promosso dalla Fondazione Almagià insieme ad ACER (Associazione dei Costruttori Edili di Roma e del Lazio), il concorso ha coinvolto studenti e laureati under 40 delle Facoltà di Ingegneria e Architettura di Roma e ingegneri e architetti professionisti di tutta Italia. 
Da queste giovani menti sono nati info-point, ludoteche e strutture volte a riqualificare le aree verdi e le zone periferiche e degradate di Roma. 
 
 


I vincitori del concorso sono stati premiati questa sera alla Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale della Sapienza Università di Roma e per l'occasione è stata allestita una mostra con tutti i lavori. «Tutti hanno a cuore questa città, che in questo momento sta soffrendo agli occhi della gente e mi auguro che i progetti più importanti potranno essere messi in pratica. Noi dobbiamo guardare al futuro perché la riqualificazione urbana non sia solo uno slogan», ha dichiarato il Presidente ACER, Nicolò Rebecchini.
«Con questo concorso - ha spiegato la presidente della Fondazione Almagià Charis Goretti - abbiamo voluto rivolgerci ai giovani. Da qui, la richiesta di uno spazio in cui tecnologie dell'informazione e della comunicazione innovativa, unite a una massiccia generazione di dati, possano portare a un miglioramento concreto della qualità della vita». 



Una seconda fase del contest sarà finalizzata, invece, alla realizzazione concreta degli "smart space" vincitori attraverso un laboratorio di giovani e docenti che, in sinergia con l'Amministrazione comunale, cercherà eventuali sponsor intenzionati a finanziare le attività. 
Il primo premio in ex aequo di duemila euro è andato ai progetti tNFORMA@ e ZIQQURAT. Uno prevede la costruzione di una centralina informativa in materiali ecologici e fruibile dal cittadino. Un luogo che metta a disposizione i dati ambientali, dalla qualità dell'aria della città ai livelli di umidità e inquinamento. Il secondo è una struttura architettonica originale e multifunzionale che mette in connessione la comunità. Secondo premio a RED BOX, un involucro vivo e attrezzato che stimola l'interazione con l'ambiente.

 
Martedì 16 Ottobre 2018, 22:12 - Ultimo aggiornamento: 17 Ottobre, 21:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP