San Valentino perfetto? Il segreto è dormire separati stanotte: ecco perché

San Valentino perfetto? Il segreto è dormire separati stanotte: ecco perché
Per festeggiare nel miglior modo la festa degli innamorati, garantire sogni d’oro al proprio partner la vigilia di San Valentino potrebbe essere più importante della scelta dei fiori giusti, del regalo più adatto o del ristorante più romantico.

A rivelarlo è una ricerca di PerDormire, brand italiano leader nella produzione di materassi e sistemi letto, condotta tra 300 coppie italiane. Ben una coppia su due, infatti, ha confessato di non dormire sonni tranquilli a causa della propria metà e che questo spesso sia motivo di litigi. Tra i disturbi più comuni indicati dagli innamorati italiani al primo posto troviamo il russare del partner (26%), seguito dall’invasione della propria parte di letto (19%).

LEGGI ANCHE ---> San Valentino, spa e centri benessere per risolvere la crisi di coppia

Ma non solo, c’è chi dichiara di essere spesso svegliato nel cuore della notte dall’involontario scalciare del proprio compagno (3%), e chi invece, l’11%, non sopporta che la camera da letto sia invasa da pc e smartphone che trasformano in ufficio fino a tarda sera il proprio nido d’amore. Immancabile, poi, chi lamenta l’inconciliabilità degli orari (13%) dedicati al riposo dovuto a ritmi di vita diversi. L’irrequietezza notturna e i continui cambi di posizione del proprio compagno disturba il 6% degli intervistati e, infine, il 4% non sopporta continue coccole e abbracci soffocanti.



L’importanza del dormire bene in coppia è stata scientificamente dimostrata in un recente studio della Ohio State University, riportato dal New York Times, da cui è emerso come il riposare poco o male danneggi le relazioni. Nel dettaglio, lo studio condotto su 43 coppie ha messo in evidenza come problemi quotidiani vengono esasperati nel caso in cui si dorme meno di 7 ore e come, al contrario, la gestione dei conflitti è migliore se almeno uno dei due partner ha trascorso una buona notte di sonno.

Sembra sempre più lontano dalla realtà, dunque, il vecchio adagio due cuori e una capanna. Tant’è che per i propri sogni d’oro spesso le coppie preferiscono dormire in letti separati se non addirittura in camere diverse. Una tendenza già ben presente in Inghilterra, ad esempio, dove il 24% delle coppie dorme regolarmente separato. Primi fra tutti i reali Carlo e Camilla, che secondo il Daily Telegraph avrebbero nella loro Clarence House tre camere da letto: due personali dove dormire e una dove incontrarsi. Quindi, non sembrerebbe un azzardo provare a dormire lontani la notte del 13 per poter poi festeggiare il San Valentino carichi di energia positiva e all’insegna dell’amore.

“Dormiamo per un terzo della nostra vita e il come lo facciamo influisce significativamente sul resto del nostro tempo, anche nelle nostre relazioni – spiega Paolo Luchi, direttore commerciale e marketing di PerDormire – per questo indaghiamo tutte le tendenze riguardanti il riposo e cerchiamo le soluzioni adatte per ogni stile di vita. Nel caso delle coppie abbiamo realizzato e continuiamo a ricercare soluzioni altamente specializzate per creare sistemi letto personalizzabili, capaci di soddisfare le diverse esigenze di entrambi i partner.”
Martedì 13 Febbraio 2018, 12:37 - Ultimo aggiornamento: 14-02-2018 16:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP