La magia dei castelli campani: eccone cinque da non perdere

Castello Lancellotti
di Ilenia De Rosa

  • 1726
Luoghi dove storia, architettura e cultura si fondono con la bellezza del paesaggio. La Campania è piena di antichi castelli che si ergono su colline con tutta la loro maestosità. Eccone cinque.
 
Castello di Battipaglia (Salerno)

Detto «Castelluccio», è un edificio d'epoca medievale costruito intorno all'anno Mille su commissione di Roberto il Guiscardoi trova sulla collina che domina la città in posizione strategica.

La facciata presenta tre torri quadrangolari costruite successivamente. Il complesso presenta una piccola chiesa, una veranda, cucine, un locale adibito a dispensa per i viveri, un frantoio e diversi bagni dove è conservata un'antica caldaia. 

Castello di Alvignano (Caserta)

Il Castello di Alvignano è costituito da quattro possenti torri cilindriche angolari di forma circolare. Risalente al dodicesimo secolo, ha avuto varie modifiche nel corso degli anni: fu ampliato nel 1282, rinforzato nelle mura in epoca angioina e, nel 1400, accresciuto con quattro possenti torri cilindriche. All'interno sono ben conservati i due cortili, le cucine, i depositi e le stanze residenziali. 

Castello Aragonese di Ischia (Napoli)

Il Castello Aragonese sorge su un isolotto di roccia collegato a Ischia da un ponte in muratura lungo 220 metri. Struttura a forma quadrangolare, con mura composte da quattro torri, ha raggiunto il suo massimo splendore alla fine del sedicesimo secolo, quando ospitava 1892 famiglie, il convento delle clarisse, l'abbazia dei monaci basiliani di Grecia, il vescovo con il capitolo e il seminario, il principe con la guarnigione e conteneva 13 chiese, tra cui la cattedrale. 

Castello di Montesarchio (Benevento)

Struttura storica che domina la valle Caudina, si erge al centro del colle che caratterizza il territorio. Il Castello di Montesarchio, insieme alla torre, costituiva un complesso fortificato, realizzato in epoca normanna.

Fu costruito per scopi militari e di ordine pubblico: nelle sue segrete furono imprigionati numerosi dissidenti politici, di cui restano iscrizioni sui muri. 

Castello Lancellotti (Avellino)

Situato nel paese di Lauro, in provincia di Avellino, il Castello Lancellotti è stato edificato nell'undicesimo secolo su una roccia chiamata primo sasso perché precedentemente, su di esso, sorgeva una costruzione appartenente all’epoca romana. Tra i suoi suggestivi ambienti: il primo cortile, la sala del plastico, la scuderia, nella quale sono esposte esempio di carrozze del diciottesimo e diciannovesimo secolo, il secondo cortile, la sala da pranzo con il soffitto a cassettoni, la sala da bigliardo che conserva un tavolo risalente alla fine del ‘800, il salotto rosso che contiene oggetti farmaceutici di origine siriana, la sala d’armi, i giardini all’italiana con piante di bosso, la biblioteca con oltre mille opere ed il chiostro.
Domenica 29 Aprile 2018, 09:08 - Ultimo aggiornamento: 29-04-2018 09:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP