«Ciocondom», l’uovo di Pasqua de La Radiazza ha la sorpresa sexy

Il Ciocondom by La Radiazza
di Gennaro Morra

È vero, rispetto agli anni scorsi di Aids ci si ammala di meno, questo grazie ai passi in avanti compiuti dalla ricerca scientifica, che oggi mette a disposizione terapie antivirali in grado di bloccare lo sviluppo della malattia nei soggetti sieropositivi. Ma la diminuzione dei casi in cui l’infezione è conclamata non deve far concludere che il virus dell’HIV sia meno diffuso. Al contrario, gli ultimi dati disponibili diffusi dal Ministero della Salute ci dicono che nel 2016 in Italia si sono registrate 3.451 nuove infezioni, mentre, se si sommano i dati raccolti anno per anno dal 2010 in poi, i casi di trasmissione del virus sono stati 26.643. In particolare, in Campania nel 2016 sono state segnalate 184 nuove diagnosi, 1.396 se si va a ritroso fino al 2010.
 
«Negli anni si osserva un aumento dell’età mediana alla diagnosi – si legge sul sito web del ministero –, nonché un cambiamento delle modalità di trasmissione: diminuisce la proporzione di consumatori di sostanze per via iniettiva, ma aumenta la proporzione dei casi attribuibili a trasmissione sessuale, in particolare tra maschi che fanno sesso con maschi (MSM)».

Dati e considerazioni che hanno colpito gli autori del programma La Radiazza, in onda su Radio Marte, che nella settimana che si concluderà con la celebrazione della Pasqua hanno deciso di lanciare un’iniziativa per incentivare l’uso del preservativo: «Approfittando della Pasqua e dell’uovo, che si regala in questa ricorrenza e che comunque resta un oggetto legato alla tradizione, molto ambito dai giovanissimi e non solo, abbiamo pensato che fosse il mezzo migliore per veicolare quella che a tutt’oggi resta la principale arma di protezione di chi fa sesso, soprattutto quello occasionale e promiscuo – spiega Gianni Simioli, noto anchorman e conduttore della trasmissione –. Perciò abbiamo pensato d’inserire dei condom nelle uova di Pasqua così magari per un fratello maggiore o per un genitore sarà un’occasione eccezionale per dare una dritta senza affrontare l’argomento che tanto spesso imbarazza quando se ne parla. Anche perché quando s’invita qualcuno a usare il preservativo, sembra che sia sottointeso che quella persona faccia sesso mercenario, ma non è così».
 
Insomma, trattare certi argomenti che investono la sfera intima è sempre complicato, anche perché dalla fine degli anni 90 le grandi campagne informative latitano: in tv, nelle scuole e nelle discoteche non si parla quasi più di malattie sessualmente trasmissibili e della pericolosità dei rapporti non protetti. Per questo trovare un modo leggero per tornare a puntare i riflettori su un tema tanto spinoso può contribuire a sensibilizzare le persone verso la prevenzione: «Perciò abbiamo coinvolto la Gallucci Faibano, una delle ultime aziende campane di cioccolato artigianale, che ci ha regalato le uova, e il vizietto, la catena di sexy shop che va molto forte a Napoli perché permette di acquistare in anonimato attraverso distributori automatici, che ci ha regalato i condom – spiega ancora Simioli –. E gli abbiamo chiesto che anche il Ciocondom fosse anonimo, nel senso che non ci sarà nessuna scritta sull’uovo che avvisi del tipo di sorpresa che contiene».
 
Un’iniziativa che ha come slogan «A Pasqua non fare lo scemo, metti in sicurezza la sorpresa», dove il termine «sorpresa» non ha una valenza ambigua, ma vuole intendere che non bisogna mai essere sprovvisti di preservativo perché la possibilità di un rapporto intimo con un’altra persona può arrivare in qualsiasi momento. Il Ciocondom è unisex, contiene tre preservativi e sarà regalato agli ascoltatori de La Radiazza fino a venerdì.
Lunedì 26 Marzo 2018, 15:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP