L'acqua per le bevande calde può contenere batteri nocivi: ecco perché non bere caffè o tè sugli aerei

Perché non bere caffè o tè sugli aerei
di Marta Ferraro

  • 86
L'acqua utilizzata negli aerei per preparare le bevande calde può contenere dei batteri potenzialmente nocivi, è questo il risultato a cui è arrivato uno studio del Centro Poliche Alimentari del College di Hunter, facente parte dell'Università di New York, secondo quanto riportato dal New York Post.

Gli autori della ricerca hanno intervistato gli impiegati di 11 compagnie aeree statunitensi e sono giunti alla conclusione che i depositi di acqua potabile dei velivoli non sempre vengono disinfettati adeguatamente.

«Quando gli aerei arrivano, le cisterne con l'acqua non vengono svuotate o pulite perché non c'è tempo per farlo, il serbatoio d'acqua si riempie dopo ogni uso, e qualsiasi cosa ci sia nel fondo rimane lì», ha detto Charles Platkin, professore di nutrizione e direttore esecutivo del centro.

Le attuali normative richiedono che le cisterne siano pulite solo quattro volte all'anno.

In questo contesto, lo specialista raccomanda di non bere tè o caffè durante i voli e di usare il proprio disinfettante invece di lavarsi le mani con l'acqua del rubinetto.
Giovedì 6 Dicembre 2018, 17:35 - Ultimo aggiornamento: 06-12-2018 20:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP