«Sì» a Villa Favorita per Legora: non accadeva dai tempi di Ferdinando IV

di Cristina Cennamo

  • 249
La benedizione del cardinale di Napoli Crescenzio Sepe ed una location affascinante come Villa Favorita, dove per ultimi festeggiarono le loro nozze Maria Carolina d'Austria e Ferdinando IV di Borbone: per il suo "si" ad Alessandro Legora de Feo, figlio dell'industriale Pasquale e stilista in carriera, la neo sposa Diana Iammarino ha potuto contare su una scenografia davvero da sogno, quello che andava a coronare con l'uomo da cui ha già avuto un figlio, Pasquale. 
 
 


Celebrata nella basilica di Santa Maria a Piedigrotta, la cerimonia ha visto la partecipazione di oltre duecento ospiti che sono stati accolti dagli sposi sulle rovine della giostra antica con bollicine e sassofono per poi spostarsi in giardino, dove dagli alberi secolari pendevano lampadari viennesi in cristallo.

Una mise en place da mille e una notte insomma con candelieri saint louis che emanavano una luce romantica abbinati a bouquet di rose inglesi e peonie, mentre l’accompagnamento musicale della Raoul & Swing Orchestra ha rallegrato la serata con un repertorio che andava dallo swing fino ai classici napoletani rivisitati in attesa dei dolci di Federico Sepe che per l'occasione ha ideao una torta gateau mariage a sette piani ispirata a quella del principe Ranieri e Grace di Monaco.
Una festa briosa insomma che ha visto la partecipazione anche di tanti volti noti, tra cui Mario Casillo con la moglie Teresa, Pietro Franzese, Giuseppe Rocco, Anna Ummarino e Mario Pagliari, i fratelli Tavassi, Gennaro Fusco, Sergio Russo, Gabriella Baittiner, la famiglia Andreozzi, Giaquinto, Pompeo Paparo, Diego Paura, Anna Capasso, Rosa Miranda, Gianluca Guida, Enzo Palumbo, Maria Rosaria Madonna, Mila Gambardella, Cristiana Giordano, Marcello de Georgio.
Lunedì 18 Settembre 2017, 15:04 - Ultimo aggiornamento: 18-09-2017 15:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP