Se n'è andato Gianni Campagna, sarto amato da star e pontefici

di Cristina Cennamo

È morto a 74 anni Gianni Campagna, uno degli ultimi sarti italiani noti in tutto il mondo. Siciliano, nato nel 1943 da una famiglia di agricoltori di Roccalumera, vicino Taormina, è arrivato a vestire star di Hollywood, da Sharon Stone a Pierce Brosnan, politici, porporati e perfino pontefici.

Ad annunciarlo è stata la figlia Virginia, che ha detto: «Mio padre amava la vita, il lavoro, la famiglia e metteva la sua energia in ogni cosa che faceva. I vestiti di papà Gianni, quelli fatti a mano ma sul serio, come una volta, hanno fatto il giro giro del mondo e sono stati indossati da politici e magnati, star hollywoodiane e perfino porporati. E non solo, addirittura papi, da Wojtyla fino a Bergoglio. Gianni Campagna, nel corso della sua vita, ha sempre difeso il made in Italy definendolo tradizione, sudore, lavoro duro, esperienza, buongusto. Tutte cose che si possono forse imitare, ma l'originale è sempre unico ed è sempre ineguagliabile».

Quinto figlio di una famiglia di agricoltori, Campagna si innamorò del mondo della sartoria guardando i film di Hollywood. Lasciò così gli studi e nel 1962 si trasferì a Milano dove lavorò dapprima nella sartoria di Domenico Caraceni per poi diventare, nel 1999, proprietario di uno dei più importanti atelier del centro.
 
Domenica 12 Novembre 2017, 20:49 - Ultimo aggiornamento: 12-11-2017 20:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP