Milano, furto di foto dei vip, il giudice: «nessuna prova contro Lucarelli, Neri e Soncini»

Non c'è nessuna «prova» che «un qualche dispositivo nella disponibilità» di Selvaggia Lucarelli, Gianluca Neri o di Guia Soncini «si sia collegato, o abbia tentato di collegarsi» all'account email della showgirl Federica Fontana per rubare un set di foto private scattate alla festa per i 32 anni di Elisabetta Canalis. Lo scrive il giudice di Milano Stefano Corbetta nelle motivazioni della sentenza con cui, lo scorso luglio, ha assolto i tre blogger, finiti sotto processo per accesso abusivo a sistema informatico, intercettazione illecita di comunicazioni e violazione di corrispondenza. Il magistrato, in relazione a tre capi di imputazione contestati relativi proprio alle foto del compleanno della Canalis, scattate nel 2010 a nella villa di Gerge Clooney, sul lago di Como, ha riqualificato il fatto in un altro reato, la «rivelazione del contenuto di corrispondenza». E per questa imputazione ha dichiarato il proscioglimento dei tre per «non doversi procedere» per «mancanza di querela».

Anche se la querela fosse stata formalmente corretta, aggiungono i giudici nelle motivazioni, gli imputati sarebbero comunque stati assolti nel merito. Ai tre veniva contestato di aver violato l'account di posta elettronica di Fontana, invitata al compleanno, per impossessarsi di 191 scatti della festa. Anche per le altre due imputazioni contestate a vario titolo, tra cui una presunta tentata vendita di quelle immagini e un trattamento illecito di dati personali, sono arrivate assoluzioni con formula piena.
Martedì 10 Ottobre 2017, 23:13 - Ultimo aggiornamento: 11 Ottobre, 00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP