Ashton Kutcher e Mila Kunis «tolgono» ai loro figli per donare i beni a chi ne ha più bisogno

Ashton Kutcher e Mila Kunis
Ashton Kutcher e Mila Kunis hanno dichiarato di voler lasciare i propri averi a sostegno di cause sociali piuttosto che ai loro figli. Una sorta di azione che "disereda" in un certo senso i figli della nota coppia, che ha invece deciso di lasciare in beneficienza una parte (ma a volte la totalità o quasi) dei propri beni aderendo al cosiddetto "testamento solidale", che ha già contraddistinto le scelte di molte celebrità: da Sting a Bill Gates, senza dimenticare Robin Williams o George Lucas. 

Un fenomeno, quello di inserire un lascito nelle ultime volontà a supporto di cause benefiche, in aumento sia tra le celebrities che tra le persone comuni che, sempre più di frequente, si pongono il problema di cosa fare del proprio patrimonio, riconoscendo nella strada della solidarietà la scelta migliore. Secondo l’ultima indagine realizzata tra le Organizzazioni del Comitato Testamento Solidale infatti, dal 2012 ad oggi, gli Italiani hanno acquisito maggiore consapevolezza sull’importanza di destinare, mediante un lascito solidale, parte dei propri beni a una o più organizzazione del Terzo Settore. Si stima infatti che, nell’ultimo quinquennio, il valore economico dei lasciti solidali abbia subito un incremento fino al 10%.



Il lascito solidale è, dunque, una pratica virtuosa che si sta diffondendo anche nel nostro Paese e sta dando importanti risultati. Basti pensare a quanto sia cresciuto il Comitato Testamento Solidale, di cui fanno parte – ActionAid, AIL, AISM, Fondazione Don Gnocchi, Lega del Filo d’Oro, Save the Children, Aiuto alla Chiesa che Soffre Onlus, Amnesty International, Amref, CBM, Cesvi, Greenpeace, Intersos, Fondazione Operation Smile Italia Onlus, Fondazione Pasteur, Fondazione Telethon, Fondazione Umberto Veronesi, Progetto Arca, Telefono Azzurro, Unicef, Università Campus Bio-Medico di Roma – con il patrocinio del Consiglio Nazionale del Notariato, che dal 2013, anno della sua istituzione, è passato a contare da 6 a ben 21 Organizzazioni con l’ingresso di CBM e Greenpeace.
Lunedì 12 Marzo 2018, 16:35 - Ultimo aggiornamento: 12-03-2018 17:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP