Una collezione Sport-Chic per gli amanti di Rossignol nella FW18-19

di Cristina Cennamo

«Suivez moi, seguitemi ... in ogni dove». Questo il motto della grande famiglia Rossignol. Un team affiatato che esprime la propria passione per lo sport e la montagna, per il duro lavoro ma anche per il divertimento. Un gruppo che agisce anche nel rispetto degli animali, decidendo di abbandonare definitivamente l’uso delle pellicce.

Un connubbio di tecnicità e lifestyle: la collezione Sport-Chic non ha nulla da invidiare allo skiwear tecnico e si concede il lusso di giocare con elementi che ne allargano l’utilizzo nelle occasioni aprés-ski e quindi nel tempo libero. Le vestibilità sono slim, funzionali ed ergonomiche. I tagli seguono le forme del corpo e i tessuti si mescolano ed alternano a parti elastiche, imbottite e super sottili, o ad elementi termosaldati, il tutto concepito per uno stile dinamico e contemporaneo.

La maglieria diventa uno dei fili conduttori della collezione rappresentando al meglio la visione Sport- Chic di Rossignol. Lo stile dinamico e moderno è riprodotto su innovativi capi che fondono l’heritage ultracentenario con la tecnologia moderna del brand.

Le maglie mutano in spessore e si trasformano grazie a sottili ed elastici filati tecnici, resistenti all’acqua e al freddo capaci di adattarsi perfettamente al corpo grazie alla tecnologia seamless. Le cuciture, quindi, diventano invisibili e mettono in risalto lavorazioni tridimensionali sia su pull che su capispalla tecnici.
 
 

Nasce il piumino dall’effetto 3D, morbido ed imbottito ma leggerissimo grazie alla particolare tecnica che sfrutta microsfere di ovatta iniettate all’interno di tunnel sovrapposti tra loro, creando contemporaneamente un effetto di snodo che segue il corpo nei suoi movimenti. Il rivestimento è in tessuto tecnico impermeabile e, grazie alla configurazione 3D, anche le cuciture sono protette dall’acqua.

I dettagli sono raffinati e funzionali. Ricorrenti ma eleganti accenni al tricolore francese emergono sui polsini in maglia e sulle zip, sui piccoli tag in tessuto o nelle finiture interne di giacche, cappucci e tasche; l’occhiello appendi-abito si evolve in un cappio che evoca il laccio dei bastoncini da sci. Per un utilizzo più urbano, i capi si arricchiscono di dettagli catarifrangenti che si attivano a seconda delle necessità, come la pattina stretch sulla spalla che funziona da segnalatore in notturna. L’inserimento di magneti facilita l’utilizzo delle tasche che non richiedono scomodi velcri o bottoni.

La purezza dei colori del brand di Grenoble – blu, bianco e rosso – si affianca ad una palette cromatica tipicamente urbana: arancione, verde militare e champagne si affiancano al nero, ai toni del grigio (in versione antracite, ghiaccio o argento) e alle sofisticate sfumature dell’azzurro. 
 
Giovedì 11 Gennaio 2018, 09:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP