Modarte, alta moda e solidarietà a piazza Plebiscito. Con un ospite d'eccezione

di Delia Paciello

Luci su Piazza Plebiscito, a Napoli, per un evento che ha unito alta moda internazionale, arte, idee e genuinità. Una passerella: abiti curati nei minimi dettagli tanto da lasciare gli spettatori a bocca aperta. Ma sul palco le  splendide modelle hanno sfoggiato anche gli accessori più glamour, il tutto accompagnato da tanta creatività. Ospiti vip sotto il cielo stellato di Napoli in una sera di settembre.
 


Tutto questo è Modarte, il progetto ideato da Rosa Praticò che giunge al suo quarto appuntamento. Questa volta, dopo il successo delle scorse edizioni, amplia gli orizzonti: «Il mondo è qui, riunito per quest'occasione», afferma l’organizzatrice e presidente dell’associazione Officina delle idee. Poi spiega: «Per questo evento abbiamo messo insieme America, Russia, Egitto, Emirati Arabi. Tutti a Napoli in segno di pace». Ma c’è di più: «Ora si aggiunge un’altra missione: Africa chiama, ModArte risponde. E così grazie all'associazione . Mai più violenza infinita inizierà un’importante sinergia fra donne italiane e africane per avviare una collaborazione per un nuovo brand».
 
 

Tante le forze convogliate in questo progetto, con il patrocinio del Comune di Napoli. «In questa serata la creatività della moda in una dimensione internazionale coniuga insieme solidarietà e nuove idee. E tutto questo rispecchia bene l’identità della nostra città», afferma l’assessore Nello Daniele. Ora il capoluogo campano è in cerca di rivincite: «Grandi marchi hanno scelto l’immagine di Napoli per la loro promozione: il ritratto della città è cambiato, è dipinto con positività, e questa è una grande forza che favorisce lo sviluppo e l’economia». Dopo Dolce&Gabbana Napoli è stata protagonista della moda, ma non solo: la città si candida ad essere una vera e propria capitale della cultura.

E infatti nell’ambito della rassegna organizzata dall'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Estate a Napoli, la piazza si è trasformata in una vera e propria passerella dell’alta moda: ospite d’eccezione un napoletano doc famoso in tutto il mondo, Rocco Barocco. «Nonostante la fama ho scelto di restare a Napoli, e in pochi purtroppo lo fanno. Sono profondamente legato alla mia terra e alle mie origini», ha raccontato lo stilista che ha portato la moda italiana in giro per il mondo.

Al progetto ha aderito anche l’azienda Kiton, eccellenza della sartoria napoletana nel mondo, mentre sulla passerella venivano sfoggiati i moderni ed eleganti gioielli Mewo e l’alta artigianalità napoletana dell’azienda Tramontano. Dallo scenario internazionale arrivano anche il brand americano House of Byfield, le sofisticate proposte dello stilista egiziano Hany El Behairy e la stilista russa Ninel Novikova. Ancora, tra gli ospiti internazionali, i rappresentanti dell’Arab Fashion Council.

Ad esaltare la napoletanità nel mondo c’è anche Gianni Molaro: «Sul palco in anteprima alcuni miei abiti ricamati da sarte e artigiani napoletani. Tutta la mia produzione è made in Naples, ci tengo a valorizzare le mie origini». Il tutto su uno scenario davvero unico: «Per me questa piazza è molto importante perché è qui che ho realizzato l’abito da sposa più prezioso del mondo: settemila diamanti, e grazie a questo abito ho girato tutto il mondo».  D’altronde tutta la città è davvero speciale per Molaro: «Napoli è bellezza, storia, contraddizione, piacere; è emozione, è vita. Non esiste al mondo una città così. Io mi incanto ogni volta a osservarla, a viverla. Purtroppo è spesso maltrattata, ma nonostante ciò riesce a brillare. I media non sono amici di Napoli: tutti gli episodi brutti qui vengono amplificati, ma la verità è che avvengono in ugual misura in ogni parte del mondo».

Alla serata presentata da Veronica Maya e Enzo Filosa hanno preso parte anche il soprano del San Carlo Linda Airoldi, il maestro Romeo Barbaro, la cantante e attrice Anna Capasso, le attrici Antonella Stefanucci e Stefania De Francesco, l'attore Mario Porfito e la cantante Anna Merolla, senza dimenticare la fashion designer milanese Miriam Cuttone. Mentre fra i numerosi ospiti noti l’assessore Carmine Piscopo, la senatrice Graziella Pagano insieme al figlio Lorenzo Crea, l’onorevole Francesco Borrelli, Valeria Valente e l’ingegnere Paolo Scudieri di Eccellenze Campane.
Sabato 9 Settembre 2017, 10:54 - Ultimo aggiornamento: 09-09-2017 20:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP