Napoli Pizza Village 2018, la Margherita ancora protagonista sul lungomare

ARTICOLI CORRELATI
di Francesco Ungaro

Tra tanto cibo, musica e incontri, il Napoli Pizza Village è arrivato al terzo giorno. Ha preso il via la diciassettesima  edizione del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo - Trofeo Caputo. Oltre seicento pizzaioli, provenienti  da quaranta diversi Paesi che partecipano alla gara. Si sfideranno nelle nove categorie di gara inclusa quella riservata alla pizza fritta, alla pizza acrobatica e di velocità.

Nell’ area ospitalità allestita alla Rotonda Diaz, invece, si è svolto un convegno promosso da #pizzaUnesco dal titolo Pizza e Mandolino: da stereotipo ad archetipo del buon vivere. All'incontro hanno partecipato tra gli altri l’ex presidente nazionale della federazione dei Verdi Alfonso Pecoraro Scanio, l’assessore alla cultura e al turismo del comune di Napoli Gaetano Daniele, il presidente di Coldiretti Campania Gennaro Masiello e il famoso pizzaiolo Gino Sorbillo. Qui si è parlato di come la pizza sia riuscita in un’importante trasformazione. E’ passata da essere solo uno stereotipo di questa città, quasi negativo, a un vero e proprio strumento di rilancio economico, anche grazie alla campagna che ha permesso che la pizza fosse dichiarata patrimonio immateriale dell'Unesco.
 

Per questa terza giornata di Pizza Village, poi, ampio spazio, come sempre, anche alla musica. Bianca Atzei ed i Dear Jack hanno calcato il palco del Lungomare Caracciolo. Presenti con loro anche il  cantante partenopeo Andrea Sannino, il cabarettista Peppe Iodice e il cantautore napoletano Luigi Libra con l’ultimo lavoro “Terra Viva” e Angelo Iannelli, interprete ufficiale della maschera di Pulcinella, che parlerà di legalità nel suo nuovo libro «Professor Pulcinella».
Lunedì 4 Giugno 2018, 23:39 - Ultimo aggiornamento: 05-06-2018 10:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP