Pizza "trina" per la Festa dei Gigli

ARTICOLI CORRELATI
di Francesca Cicatelli

La pizza si avvicina alla santità o almeno l'aroma "anela" a questo nelle intenzioni di Salvatore Kosta, che ha sfornato un disco di pasta dedicato alla Festa dei Gigli, in occasione delle celebrazioni tradizionali a Nola. Il maestro pizzaiolo dell'Impastili, il locale di proprietà dei fratelli Giuseppe e Agostino Palladino che ha appena aperto al corso Tommaso Vitali, ha pensato una pizza che richiama i colori dello stemma comunale, con l'Aquila nera e il rosso e il giallo grazie all'abbinamento di pomodori del vesuvio gialli e rossi con un paté di olive nere di Gaeta. 
 

Il condimento è stato proposto con tre diversi abbinamenti di impasto: quello tipico della pizza napoletana, quello per la pizza in pala e quello per la "Napcrunch", un'invenzione di Kosta per rendere croccante il cornicione. "In tal modo, mantenendo invariato il condimento è possibile cogliere - spiega - la differenza dell'impasto. L'impasto napoletano col cornicione morbido, la pizza in pala che prevede farina di tipo 2 e lunga maturazione con un risultato leggermente più croccante, la Napcrunch che ha un cornicione molto più croccante.Qui dedichiamo tutto il nostro tempo allo studio degli impasti".
Soddisfatti Agostino e Giuseppe Palladino, agronomo il primo e avvocato il secondo: "crediamo - dicono- nell'importanza della filiera corta in pizzeria, nel valore dell'impasto e puntiamo sempre più sulla elaborazione del prodotto, sin dalla macina delle ferine, a vista del cliente".
 
Giovedì 21 Giugno 2018, 20:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP