L’arte del pizzaiolo patrimonio Unesco protagonista del Napoli Pizza Village 2018

di Francesco Ungaro

Il riconoscimento dell’arte del pizzaiolo come patrimonio dell’Unesco, è ancora l'argomento protagonista al Napoli Pizza Village 2018. “Patrimoni immateriali dell’Unesco e turismo sostenibile”. Questo, infatti, è il titolo del forum organizzato dal presidente di Univerde Alfonso Pecoraro Scanio, nell’area ospitalità della fiera dedicata all’alimento più mangiato al mondo. «Per creare una relazione tra patrimonio immateriale dell’umanità e turismo sostenibile, innanzitutto si deve formare una rete per quanto riguarda i patrimoni. Non bisogna dimenticare che l’Italia è quella che ne ha di più. Il riconoscimento della pizza, in questo senso, ci darà una grossa mano», ha commentato Pecoraro Scanio.
 

Al forum era presente anche la direttrice del coordinamento dell’ufficio Unesco-Mibact, Luisa Montevecchi  a testimonianza di quanta attenzione ci sia, anche e da parte del ministero dei Beni Culturali, per la pizza napoletana «Il riconoscimento dell’arte del pizzaiolo come patrimonio dell’umanità – ha detto la direttrice - è una cosa importantissima per questa città, così come per tutta l’Italia. Napoli è la pizza, ma la pizza è anche Napoli nel mondo».
Domenica 10 Giugno 2018, 10:10 - Ultimo aggiornamento: 9 Giugno, 19:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP