Spaccio in casa all'insaputa
dei genitori: nei guai due fratelli

di Nicola Sorrentino

SAN MARZANO SUL SARNO. Vanno a processo i fratelli C.T. e A.T. , arrestati lo scorso marzo con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I due detenevano svariati quantitativi di droga nascosta negli armadi di casa, occultata per la vendita e all’insaputa dei genitori. Il blitz fu condotto dai carabinieri della stazione di Sarno, con i due fratelli che finirono agli arresti domiciliari. In casa avevano quantitativi di cocaina, hashish e marijuana e diverso materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi, occultato a scaglioni nei posti più impensabili dell’abitazione condivisa con i genitori, che sarebbero stati del tutto ignari degli affari e del giro di spaccio di droga dei due figli. La droga era nascosta negli armadi, tra lenzuola, piumoni, e cuscini. I carabinieri trovarono due involucri rispettivamente di 10,8 grammi e 3,6 grammi di cocaina, altri tre involucri frammentati per un totale di 807 grammi di marijuana e oltre 168 grammi di hashish. Il blitz risale al 22 marzo scorso. I due hanno 29 e 36 anni e sono difesi dall'avvocato Fortunato De Felice
Mercoledì 16 Maggio 2018, 12:05 - Ultimo aggiornamento: 16-05-2018 14:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP