Sassi sulla Provinciale, chiusa e riaperta la strada Maiori-Tramonti: sfiorata la tragedia

il punto della frana
di Mario Amodio

Tragedia sfiorata questa notte in Costiera Amalfitana dove poco prima di mezzanotte è venuto giù dalla montagna che costeggia la provinciale che unisce Maiori al Valico di Chiunzi un enorme macigno frantumatosi in più parti nell'impatto con l'asfalto. La strada, impraticabile per la presenza di due enormi massi oltre che di terriccio, pietrame e arbusti, è stata immediatamente chiusa al traffico dai vigili del fuoco di Maiori e dai carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Amalfi.

Questa mattina, un mezzo meccanico di una impresa edile di Tramonti ha provveduto a rimuovere i due grossi macigni e il resto del pietrame che occupava l'intera carreggiata, depositando il il tutto ai fianchi della rotabile.

La stradaè stata riaperta nel pomeriggio a sensi di marcia alternati dopo un sopralluogo effettuato questa mattina anche con l'ausilio di un drone che ha localizzato il punto di distacco dell'enorme macigno addentrandosi nella fitta vegetazione che popola quel lato della montagna.

L'enorme macigno, venuto giù da un'altezza di circa venti metri, esattamente nel ventre della fitta vegetazione, solo per miracolo è crollato sull'asfalto, dove sono evidenti i segni dell'impatto, mentre la strada era completamente sgombera. Infatti, per fortuna, nessun veicolo si trovava a transitare nel momento del crollo.
Domenica 14 Gennaio 2018, 12:36 - Ultimo aggiornamento: 14-01-2018 16:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP