Sangue sulle strade
45 incidenti al mese
e aumentano i pirati

di Gianluca Sollazzo

  • 1
SALERNO - Lo scorso 27 luglio è stato il giorno con più incidenti registrati sulle strade del capoluogo, con ben quindici sinistri rilevati in meno di otto ore. Il dato emerge dal dossier stilato dal settore viabilità della Polizia Municipale sul fenomeno degli incidenti, in drastico aumento nel capoluogo. 
Più indisciplinati al volante e meno prudenti. Questa la fotografia dei salernitani scattata dal settore incidentalità stradale. A Salerno negli ultimi sette mesi del 2018 si è registrata una media di 45 incidenti con 26 feriti al mese. Aumentano quindi le contravvenzioni per violazioni al codice della strada e aumenta il rischio incidentalità stradale. Dal primo gennaio del 2018 a luglio sono avvenuti 321 incidenti che hanno causato ben 180 feriti e due morti. 
Si intensifica di conseguenza la lotta per il rispetto dei divieti alla guida: da settembre il comando di polizia municipale istituirà posti di blocchi in punti ritenuti «sensibili» e agli incroci pericolosi. Saranno raddoppiati anche i turni con pattugliamento dell’Autovelox per il controllo del rispetto dei limiti di velocità: proprio nei giorni scorsi l’Autovelox mobile in dotazione ai vigili urbani del settore viabilità è stato revisionato e potrà ritornare in strada dopo mesi di stop. 
LE INFRAZIONI
A preoccupare è un altro dato del report: in città negli ultimi sette mesi sono state rilevate ben 15 omissioni di soccorso da parte di pirati della strada che si sono dati alla fuga dopo aver investito pedoni o causato tamponamenti. E si è anche alzato il livello di pericolosità nelle vicinanze di attraversamenti pedonali e incroci. Ma pirateria stradale e pericolo pedonale non sono i soli punti critici emersi dal dossier. Sono stati beccati dieci guidatori in stato di ubriachezza e cinque sotto l’effetto di stupefacenti. Sono aumentati i sinistri con feriti, passando da una media di 20 feriti al mese nel 2017 a una media di 26 ferimenti mensili nel 2018, a cui si aggiungono i danni registrati alle automobili. Fermo a due per fortuna il bilancio dei decessi, mentre nel 2017 se ne sono registrati 5. Il 90% dei sinistri mortali è imputabile all’alta velocità dei guidatori di auto e scooter su strade dove ci sono limiti di velocità non rispettati. E poi c’è la guida col cellulare: domenica 29 luglio sono stati sanzionati ben 10 conducenti alla guida dei veicoli col cellulare e senza auricolari.
Mercoledì 8 Agosto 2018, 06:45 - Ultimo aggiornamento: 08-08-2018 07:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP