Salerno saluta il nuovo anno con la Mannoia: «Uno spettacolo emozionante»

Brindisi con la voce di Fiorella Mannoia a Salerno. In tantissimi hanno riempito piazza Amendola per il classico brindisi mezzanotte. Un concerto, quello della Mannoia, che ha alternato i grandi classi, da 'Treno a vapore' a 'Sotto il cielo d'Irlanda' a 'Quello che le donne non dicono'. Con l'arrivo del nuovo anno, poi, la serata condotta da Serena Autieri ha ceduto il passo allo spettacolo dei fuochi pirotecnici a mare. «Salerno piena di musica, gioia luce. Uno spettacolo emozionante, un augurio formidabile per l'anno appena cominciato - ha detto al termine della festa il primo cittadino Vincenzo Napoli - Grazie alle migliaia di presenti, ai nostri concittadini e ai tanti turisti e visitatori che stiamo accogliendo dall'inizio di Luci d'Artista. Salerno è viva e ospitale. Una città con tante attrazioni artistiche, culturali, enogastronomiche che costruisce ogni giorno un futuro migliore». «Desidero ringraziare - ha concluso il sindaco - tutti coloro che hanno contribuito al successo della serata a partire dai lavoratori e dai dirigenti del Comune di Salerno, le Forze dell'ordine, la Protezione Civile, il personale medico e paramedico, le società impegnate nella mobilità e nella pulizia. Eccellente anche il piano di sicurezza che ha garantito un rigoroso e discreto controllo della situazione».
Lunedì 1 Gennaio 2018, 11:49 - Ultimo aggiornamento: 01-01-2018 11:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-01-01 23:55:39
Salerno città inaccogliente,poco ospitale,partecipai al veglione con Gianna Nannini quando era sindaco De Luca,senza bagni e i proprietari dei bar (affollati) chiudevano le toilette. Città molto provinciale

QUICKMAP