Salerno, luci d'artista senza De Luca
e senza il tradizionale bagno di folla

di ​Carmen Incisivo

  • 2638
Dopo 13 anni, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, diserta l'inaugurazione della nuova edizione di Luci d'artista impossibilitato a partecipare perché impegnato ai funerali del carabiniere morto a Caserta mentre inseguiva un ladro. In villa comunale, insieme a una pletora di consiglieri comunali, assessori e al consigliere regionale Franco Picarone, c'è solo il sindaco Napoli affiancato dai rappresentanti della Blanchère. «Le luminarie vanno guardate accese», spiega il sindaco di Salerno, come a voler rispondere alle polemiche di questi giorni, innescate dalla «bruttezza» delle luminarie francesi. «Sarà una grande edizione - dice Napoli - arriverà tanta gente a visitare la nostra città. Facciamoci trovare pronti».
 
 

Il tour del sindaco Vincenzo Napoli ha avuto inizio in villa comunale, è proseguito in tutto il centro storico per poi approdare in piazza Flavio Gioia dove è stato installato un tempio greco e un inusuale Babbo Natale trainato da animali marini. Poi la carovana si è spostata nella zona orientale della città dove a farla da padrone sono stati orsacchiotti e tradizionali simboli natalizi. Tiepida l'accoglienza della città, contraddistinta da una partecipazione di gran lunga inferiore rispetto agli anni scorsi.
Venerdì 9 Novembre 2018, 17:44 - Ultimo aggiornamento: 10 Novembre, 12:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP