Rogo davanti alla casa del pg
«Una casualità, solo una bravata»

di Petronilla Carillo

Una bravata che ha creato danni, ingenti, e ha suscitato qualche piccola tensione nel cuore della nottata tra i residenti svegliati dallo scoppiettio del fuoco. Ancora non è chiaro cosa abbia provocato l’incendio e chi lo abbia causato ma quanto accaduto in via Arce ha spaventato tutti, soprattutto quanti vivono ai piani bassi che hanno visto le fiamme davanti alle loro finestre.

Due giovani a bordo di uno scooter sono stati visti lanciare qualcosa tra i sacchetti della spazzatura (lunedì sera si depositava l’indifferenziato) che hanno improvvisamente preso fuoco. Ma la sfortuna è stata che, sul marciapiedi, proprio nei pressi dell’androne del palazzo, era parcheggiato uno scooter che ha immediatamente preso fuoco distruggendo il marmo degli scalini di accesso al palazzo, la serranda di un negozio e anche la facciata dell’intera struttura. 

Ma non solo. Il fatto che in quel palazzo viva anche il procuratore generale di Salerno, Leonida Primicerio, ha per qualche momento fatto scattare l’allarme. È lo stesso procuratore, però, a ridimensionare quanto accaduto parlando di «una casualità» e respingendo qualsiasi collegamento tra l’atto teppistico e la sua presenza in quello stabile. In questa direzione si starebbero muovendo anche le indagini degli uomini della squadra mobile agli ordini dei vicequestori Lorena Cicciotti e Beniamino Fiorillo ai quali è stato trasmesso il fascicolo dalla sezione Volanti intervenuta sul posto assieme ai vigili del fuoco. Sono stati sentiti anche il proprietario dello scooter incendiato e il titolare del negozio per cercare di capire se quanto accaduto possa avere collegamenti con loro.
Mercoledì 13 Settembre 2017, 07:35 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2017 07:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP