Killer delle prostitute, rivelazione choc:
«Ne ho uccisa un'altra a Salerno»

di Nello Ferrigno

  • 63
Le prostitute uccise sarebbero tre. Lo avrebbe confidato Nobile Izzo al suo compagno di cella. A comunicarlo è stato il presidente della Corte d’Assise d’Appello quando, ieri mattina, bisognava procedere alla nomina del collegio di periti che devono valutare se Izzo, al momento dei fatti, fosse capace di intendere e di volere, così come richiesto dall’avvocato difensore Andrea Vagito.

Il serial killer, condannato all’ergastolo per gli omicidi di Santina Rizzo e Maria Ambra, è rinchiuso nel carcere di Bellizzi Irpino. All’uomo con cui divide la cella il 52enne tappezziere nocerino, nel raccontargli i dettagli dei brutali omicidi delle due donne, avrebbe anche confessato di aver ucciso o tentato di uccidere una terza prostituta nella zona industriale di Salerno. «La vicenda - ha detto Vagito - è complessa ed è necessario approfondirla». La procura ha aperto un fascicolo d’inchiesta. 
Mercoledì 15 Novembre 2017, 06:40 - Ultimo aggiornamento: 14 Novembre, 23:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP