Ricovero «negato» al paziente, medico indagato per omicidio colposo

di Nicola Sorrentino

  • 29
MERCATO SAN SEVERINO. C’è un indagato per la morte di domenica scorsa, avvenuta all’ospedale “Fucito” di Mercato S. Severino. La Procura di Nocera Inferiore ha iscritto nel registro degli indagati il medico di turno del pronto soccorso, che giorni fa aveva dimesso S.M., 54enne di Carifi, dopo un controllo effettuato a causa di un malore che lo aveva colto poco prima. Dopo una serie di accertamenti, comprensivi di un elettrocardiogramma, non erano emersi problemi tali da trattenere il 54enne per un ricovero. Quindi le dimissioni, in codice bianco. Dopo alcune ore, però, l’uomo avrebbe accusato un nuovo malore, risultato poi fatale. La corsA in ospedale dei familiari è stata inutile. Gli stessi hanno poi sporto denuncia ai carabinieri, accusando il personale medico di assistenza inadeguata, oltre che superficiale. La procura ha aperto come atto dovuto un'indagine per omicidio colposo, disponendo l'autopsia, che si è svolta l'altro ieri. L'iscrizione nel registro degli indagati del medico di turno, responsabile del reparto, è un atto di garanzia degli inquirenti per escludere, in primis, eventuali responsabilità sul decesso. Dopo l'autopsia, sarà previsto un esame istologico per poi attendere i consuenti 60 giorni per conoscere i risultati completi. 
Giovedì 9 Agosto 2018, 14:57 - Ultimo aggiornamento: 09-08-2018 16:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP