Rapinatori e un assassino arrestato: Polla celebra i suoi due marescialli

di Pasqualo Sorrentino

Applausi, encomi e anche commozione. Il comune ha celebrato i marescialli della locale stazione, Danilo Marzullo e Giovanni Cunsolo, l’Arma dei carabinieri e la Compagnia di Sala Consilina, con il capitano Davide Acquaviva e la Procura, per aver assicurato alla giustizia, in poco tempo, un rapinatore di banche. L’uomo, armato e incappucciato, aveva svaligiato una banca a Polla, ma in poche settimane è stato rintracciato e arrestato. L’encomio ai due carabinieri nasce – ha riferito il sindaco Giuliano – anche dopo altre brillanti operazioni condotte dai militari (assassino arrestato in 24 ore e altre rapine sventate o risolte). Commovente il saluto che la cittadinanza ha voluto riservare al maresciallo Marzullo che dopo sei anni lascia la guida di Polla e lavorerà a Salerno. 

«Un militare esemplare, una splendida persona», ha commentato il sindaco. Encomio anche per il procuratore della Repubblica, Vittorio Russo, e il capitano Acquaviva. In giornata è stata svelata un’epigrafe, all’ingresso del municipio, con i nomi dei sindaci dall’Unità di Italia a oggi. A quelli in vita e ai parenti degli altri consegnata una pergamena «perchè la memoria – ha aggiunto Giuliano – sia un seme per il nostro futuro». 
Martedì 14 Novembre 2017, 12:08 - Ultimo aggiornamento: 14-11-2017 12:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP