Ancora un raid dei ladri al cimitero:
rubano pure le scope e gli stracci

di ​Simona Chiariello

CAVA DE' TIRRENI - Portavasi, oggetti di rame, fiori e piante. Ma non solo. Al cimitero cittadino scompaiono, per mano di ladri e vandali, anche le catene di recinzione, stracci e scope. In queste ore tra i cittadini cavesi si è sollevato un vero e proprio coro di sdegno per quanto accade, con una sistematicità inquietante, vicino alle tombe e negli spazi aperti del camposanto.

Ormai da anni è stato lanciato l’allarme furti ed atti vandalici, ma oggi la situazione sembra ancora più critica. «Ogni giorno vado a trovare i miei cari estinti, mio figlio ed il nonno che riposano vicini – dice una signora cavese – e sempre non ritrovo le scope e gli stracci che uso per pulire le tombe. Assurdo si tratta di oggetti senza valore eppure rubano anche questi, insieme agli ornamenti, ai fiori, piante ed altro ancora». Sono in molti ad essersi arresi a questo andazzo. «Per più di dieci anni hanno rubato fiori e piante dalla tomba di mia madre – rincara la dose una signora cavese - Ci siamo arresi quando hanno rubato addirittura le catene di recinzione. Le abbiamo tolte o meglio una volta che sono state rubate non le abbiamo messe più, tanto non sarebbero servite a niente».
Giovedì 11 Gennaio 2018, 06:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-01-11 07:43:26
Li ha scoperti il custode: erano migranti

QUICKMAP