Policastro, lavori di dragaggio
del porto: scatta l'inchiesta

di Antonietta Nicodemo

La Procura della Repubblica di Lagonegro ha aperto un fascicolo sui lavori di dragaggio del porto di Policastro. A confermarlo è il Procuratore Vittorio Russo . «C’è stato un esposto che ho assegnato ad un sostituto il quale ha già disposto degli accertamenti tecnici per verificare se ci sono stata violazione della normativa in materia».

Ieri mattina è stata eseguita un’ispezione nello scalo della Capitaneria di Porto di Palinuro insieme ai tecnici dell’ufficio di prevenzione collettiva del Distretto Sanitario di Sapri e funzionati dell’Arpac. Nell’ambito del sopralluogo sono stati eseguiti una serie di prelievi nelle aree che nel luglio scorso sono state interessate dai lavori di dragaggio.

L’analisi dei campioni dovrà servire a capire se il materiale prelevato dai fondali  e depositati lungo la scogliera e su un tratto della banchina sono dannosi per l’ambiente e la salute  pubblica. A far scattare l’indagine è stata la denuncia di un turista abituè della spiaggia di Policastro Giovanni Moscatiello, ex sindaco di Baronissi. Dall’esposto viene fuori la sua indignazione per quanto accaduto nel porto in piena estate ma anche i suoi dubbi sulla legittimità dell’intervento, per come sono stati eseguiti. Intanto le mareggiate hanno iniziato a riportare in mare i sedimenti dragati .
 
Mercoledì 11 Ottobre 2017, 18:48 - Ultimo aggiornamento: 11-10-2017 18:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP