Picchia la madre con una statuetta in marmo: voleva i soldi per comprare la droga

di Nicola Sorrentino

SAN VALENTINO TORIO. NRisponde di lesioni, maltrattamenti e minacce un 32enne di San Valentino Torio, finito a processo per aver picchiato la madre con una statuetta di marmo. I fatti risalgono allo scorso 26 agosto, con l'uomo - originario di Sarno - che avrebbe sottoposto il proprio genitore ad una serie di violenze fisiche e verbali (percosse, umiliazioni e privazioni) pur di ottenere somme di denaro in contanti. Secondo la Procura di Nocera Inferiore, l'episodio che fece scattare la denuncia tra i tanti risale proprio alla fine della scorsa estate, dopo l'ennesimo litigio tra il figlio e la madre. Non riuscendo a farsi consegnare il denaro e le chiavi dell'automobile, il ragazzo aggredì la donna prima a mani nude, poi lanciandole contro vari oggetti, come una piccola statua di marmo. Il violento episodio si registrò dinanzi ad una bambina di soli 6 anni, sorella dell'imputato. La madre riportò la contusione dell'avambraccio sinistro, mentre i carabinieri arrestarono il ragazzo, dopo essere stati avvertiti da alcuni vicini di casa. Una volta in caserma, la donna sporse denuncia verso il proprio figlio. Ora atteso dal processo dopo la richiesta di giudizio immediato avanzata dalla procura
Mercoledì 3 Gennaio 2018, 11:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP