Parcheo Archeologico di Paestum, il Comune di Controne adotta la cinta muraria

di Antonio Vuolo

Controne adotta un blocco delle mura del Parco Archeologico di Paestum. L'iniziativa, lanciata nelle settimane scorse dal direttore del Parco Gabriel Zuchtriegel, è stata subito sposata dall'amministrazione comunale di Controne, che contribuirà in questo modo a sostenere i costi di manutenzione dell'area archeologica. Il Comune, guidato dal sindaco Ettore Poti, contribuirà alla difesa del patrimono archeologico versando 50 euro e godrà anche dell'ingresso libero per un anno. «Abbiamo avvertito il bisogno - spiega il sindaco Ettore Poti - di dare un contributo, seppure minimo, per la manutenzione della cinta muraria.  Poi, noi contronesi sentiamo un legame particolare con Paestum perché furono proprio degli esuli pestani a fondare la nostra città. Spero con questi gesto di poter sensibilizzare tutti i miei colleghi colleghi del territorio e dell'intera provincia perché Paestum è un patrimonio di tutti e tutti siamo chiamati a custodirlo».
Venerdì 19 Maggio 2017, 09:22 - Ultimo aggiornamento: 19-05-2017 09:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP