Parcheggiatori, assolto l'abusivo;
I giudici: «Il fatto non sussiste»

di Viviana De Vita

6
  • 61
Assolto perché il fatto non sussiste. È la prima pronuncia nell’ambito dell’inchiesta del pubblico ministero Elena Guarino che, culminata nel luglio 2017 con l’esecuzione di 35 misure di custodia cautelare, ha sgominato il business dei parcheggi abusivi. La sentenza è stata pronunciata dal gup del tribunale di Salerno Gerardina Romaniello che, come chiesto dallo stesso sostituto procuratore al termine della sua requisitoria, ha assolto all’esito del rito abbreviato Vincenzo Senatore assistito dall’avvocato Giovanna Coppola. Per conoscere la motivazione, bisognerà attendere 15 giorni ma sembra che a pesare sulla pronuncia assolutoria sia stata la carenza dei gravi indizi di colpevolezza che, già in sede di Riesame, fecero annullare l’ordinanza di custodia cautelare a carico dell’imputato. 
Sabato 17 Novembre 2018, 06:25 - Ultimo aggiornamento: 17-11-2018 07:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-11-17 16:40:12
Ma é inutile fare leggi se poi la magistratura te le cancella. ma come é possibile che un giudice sentenzi il fatto non sussiste , quando il delinquente é stato preso con le mani nel sacco.Ma dove vive sta Romaniello?
2018-11-17 15:59:25
non conosciamo la "sentenza"(si fa per dire) ma la non colpevolezza sarà sicuramente una stupidata
2018-11-17 14:23:48
Si vede che è una categoria molto forte quella dei parcheggiatori abusivi, tanto che stanno indisturbati ovunque.
2018-11-17 10:04:22
un altro giudice bravo e preparato che ha dichiarato perfetti imbecilli la polizia e chi ha indagato. applausi così la malavita da Napoli non sarà mai estirpata
2018-11-17 10:03:38
vorrei sapere cosa sussiste in itaglia??????????

QUICKMAP