Operazione antibracconaggio:
denuncia tra Angri e Sant'Antonio

di Roberta Salzano

ANGRI - Gabbie trappola e gabbiette contenenti avifauna protetta; è questo in sintesi quanto emerso durante il controllo congiunto delle guardie giurate venatorie e zoofile del Wwf Italia effettuato nei giorni scorsi insieme ai carabinieri forestali di Castellammare di Stabia, in un fondo al confine tra Angri e Sant'Antonio Abate. All'interno del terreno sono stati trovati quattro tordi, due storni, due tortore, due cardellini e un riccio subito liberato. I militari hanno denunciato un uomo per detenzione di avifauna protetta, uccellagione e maltrattamenti. Nei suoi confronti sono state elevate anche sanzioni amministrative, per la detenzione di mezzi illegali per la caccia. 
Martedì 13 Marzo 2018, 14:45 - Ultimo aggiornamento: 13-03-2018 14:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP