Omicidio di Antonio, c'è un fermo: un giovane interrogato in caserma. L'assassinio per motivi di droga

ARTICOLI CORRELATI
di Pasquale Sorrentino

0
  • 48
C'è un fermo per l'omicidio di Antonio Alexander Pascuzzo. Un giovane valdianese è stato portato in caserma nella Compagnia di Sala Consilina ed è stato interrogato. A suo carico ci sono diversi elementi. Il 18enne è stato ucciso con sei coltellate e trovato privo di vita otto giorni dopo la sua scomparsa da casa.

Il presunto omicida, anch'egli originario dello stesso paese, a quanto si apprende, è stato interrogato dagli inquirenti per tutta la notte scorsa nella caserma dei carabinieri di Sala Consilina. Il delitto sarebbe maturato per motivi di spaccio di sostanze stupefacenti. Antonio Alexander Pascuzzo è morto dopo aver ricevuto diverse coltellate al petto. Del giovane si erano perse le tracce alle 22.30 di venerdì 6 aprile. Domani mattina è stata fissata l'autopsia presso l'ospedale di Polla.
 
Domenica 15 Aprile 2018, 05:05 - Ultimo aggiornamento: 15-04-2018 14:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP