Muore dopo il marito a 4 mesi dall'incidente, domani l'autopsia su Emilia Pumpo

Eboli- Emilia Pumpo con il marito Antonio Locuratolo
di Francesco Faenza

Eboli- Si terrà domani mattina l'autopsia sulla salma di Emilia Pumpo, la donna di 48 anni, morta dopo 110 giorni di agonia. Dopo l'esame necroscopico nell'obitorio dell'ospedale di Imola, la salma verrà affidata a un'agenzia funebre che organizzerà il funerale a Eboli. La cerimonia religiosa si terrà giovedì prossimo, a meno che non sopravvengano complicazioni nelle ultime ore.
Dipendente di una cooperativa di servizi, Emilia Pumpo lascia due figli. La donna residente a San Cataldo aveva perso il marito nell'incidente del 19 novembre scorso.
Marito e moglie erano in un'auto, procedevano tra Olevano e Battipaglia. Sulla corsia opposta sopraggiunse un ventenne di Olevano. L'impatto tra la Yaris e la Skoda fu devastante. Antonio Locuratolo, marito di Pumpo, morì sul colpo. Emilia venne trasferita all'ospedale di Battipaglia e poi a Imola. Dopo 110 giorni di agonia, sabato scorso la 48enne è deceduta. Sull'incidente mortale indaga la procura della Repubblica di Salerno con la collaborazione dei carabinieri di Battipaglia. Il ventenne di Olevano è accusato di duplice omicidio colposo. 









 
Martedì 13 Marzo 2018, 19:16 - Ultimo aggiornamento: 13-03-2018 19:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP