«Migranti» a Nocera Inferiore,
in proiezione il docufilm «Ibi»

di Aldo Padovano

Il presidio di Libera - Associazioni, nomi e numeri contro le mafie a Nocera Inferiore e la bottega equo e solidale «Tutta n'ata storia» mercoledì 14 marzo terranno il secondo incontro di «Migranti, ponti non muri» presso la biblioteca comunale di Nocera Inferiore.

Durante l'incontro sarà proiettato il docufilm "Ibi" del regista Andrea Segre, il racconto di una donna immigrata, costretta a lasciare il proprio paese. Ha vissuto a Castel Volturno, intrappolata nel suo status di irregolare, cercando di condurre una vita normale.

La chiamavano Mama Foto, perché aveva saputo trovare la forza per trasformare la condanna all’eternità del peccato delle origini, lo status di migrante africana irregolare, nell’energia capace di esprimere un’immensa creatività. Ibi, la protagonista del film nato da un’idea di Andrea Segre e Matteo Calore, ha inventato il racconto della vita dei suoi ultimi anni. L’ha fatto con l’arte di vivere intensamente e sorridendo il movimento di chi si allontana dalla casella che le istituzioni totalitarie di un paese che annega nell’incapacità di riconoscere le sue nuove ricchezze avevano disegnato per lei. Un movimento ribelle verso uno spazio comune di libertà. Il racconto semplice di un’esistenza straordinaria dal territorio che ha accompagnato la lotta di Ibi per l’affermazione della dignità di tutti

L'incontro sarà arricchito dalle testimonianze di migranti, che racconteranno il calvario di una sempre più difficile integrazione, e avrà come obiettivo anche l'idea di proporre la nascita di una rete antirazzista nei nostri territori. 
Lunedì 12 Marzo 2018, 13:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP