Mancano medici ed infermieri all'Umberto I: pazienti infuriati

di Nello Ferrigno

NOCERA INFERIORE - All’indomani dell’allarme lanciato dal primario di gastroenterologia sull’impossibilità di effettuare endoscopie in orario notturno, ieri ci sono stati momenti di difficoltà in radiologia dove molti utenti sono stati costretti a rinunciare all’esame diagnostico. Va ricordato che in questo periodo le aziende private convenzionate non erogano il servizio, se non a pagamento, in quanto la Regione Campania ha raggiunto il tetto di spesa. Quindi le difficoltà si sommano. Per cercare di individuare soluzioni quanto più immediate possibili, il presidente della commissione consiliare speciale sanità, Vincenzo Stile, ha convocato per martedì 12 dicembre, alle ore 19, una riunione con all’ordine del giorno una richiesta di chiarimenti all’Asl Salerno per comprendere a che punto è lo stato di attuazione delle misure per risolvere la cronica mancanza del personale sanitario nei reparti dell’ospedale più grande dell’azienda sanitaria provinciale. Ma anche la richiesta di determinazioni immediate da adottare per risolvere la situazione di emergenza che si è creata con la recente chiusura nelle ore notturne degli accessi al reparto di gastroenterologia.  «Accanto al potenziamento strutturale in atto all'Umberto I – ha detto Stile  -  c'è bisogno di personale per far funzionare i reparti, le due cose devono andare insieme altrimenti i servizi non possono essere assicurati».
Giovedì 7 Dicembre 2017, 12:33 - Ultimo aggiornamento: 07-12-2017 12:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP