Luci d'artista a Salerno, via i new jersey: «Ma la sicurezza dei turisti è garantita»

ARTICOLI CORRELATI
di Gianluca Sollazzo

Con l'accensione delle Luci d'artista scatta la macchina organizzativa per l'accoglienza. I prossimi fine settimana serviranno da banco di prova per la gestione della circolazione. L'obiettivo è scongiurare il temuto caos mobilità in centro e nella zona orientale. Ovviamente il problema di ogni anno è quello dei parcheggi, o meglio della carenza di posti auto in zona centro, dove, ancora per quest'anno, viene a mancare la dotazione dei posti al di sotto di Piazza della Libertà su cui il Comune e i commercianti puntano molto. Bisogna stringere i denti, ancora. E sperare che tutto vada per il verso giusto. Per questo il Comune non ha lasciato nulla al caso ed è già pronto per lo stress test che si registrerà tra inizio dicembre e il ponte dell'Immacolata, che segna tradizionalmente il picco massimo di arrivi di bus granturismo e auto private.
 
 

Via i new jersey. L'alto profilo estetico della kermesse di arte luminosa ha spinto nei giorni scorsi il Comune ad accelerare i tempi per la sostituzione dei new jersey installati alla vigilia di San Matteo sul Corso Vittorio Emanuele e sul Lungomare Trieste. Saranno posizionate si spera in tempo per l'Immacolata fioriere in grado di rendere meno impattante la presenza di dissuasori lungo la passeggiata col naso all'insù sul Corso. «Prevediamo che sicuramente prima di Natale i new jersey saranno sostituiti ha dichiarato nei giorni scorsi al Mattino, l'assessore alla mobilità, Domenico De Maio rappresentavano una risposta immediata alla circolare del ministero dell'Interno in osservanza delle misure antiterrorismo. Adesso abbiamo l'esigenza di conciliare questa esigenza di sicurezza con un fattore estetico». D'altronde come precisato prima di San Matteo dallo stesso Comune, dal punto di vista urbanistico e tecnologico i new jersey rappresentano installazioni provvisorie che rispondono all'esigenza di un immediato riscontro alle direttive nazionali antiterrorismo.
 

Più vigili con gli stagionali. Il Comune ha stanziato 90 mila per assicurare i servizi dei vigili urbani nei fine settimana e nei festivi. Un importo giudicato insufficiente dai sindacati dei vigili urbani, come il Csa. Intanto rientra lo stato di agitazione dei vigili urbani a cui il Comune ha assicurato l'impegno del sistema interforze da parte della Questura. «Se ci saranno altre aggressioni di vigili urbani come nei mesi scorsi, denunceremo il Comune», l'avvertimento dei vigili. E dal 15 novembre tornano in servizio i 38 vigili urbani stagionali vincitori di selezione un anno e mezzo fa: saranno impiegati prevalentemente nei fine settimana nella fascia oraria tra le ore 15 e le ore 22.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 12 Novembre 2017, 13:30 - Ultimo aggiornamento: 13-11-2017 06:32

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP