Inseguito dai carabinieri sperona la loro auto: bloccato con 50mila euro di coca

di Petronilla Carillo

SALERNO - Trasportava cinquantamila euro di droga nella sua Smart. Per questo motivo non si era fermato all’alt intimatogli dai carabinieri impegnati in alcuni servizi di controllo in via San Leonardo. Marco Vicinanza, consapevole di avere con se un chilo e mezzo di cocaina, ha forzato il forzo di blocco ed è fuggito via. I carabinieri, in servizio in tre, sono immediatamente saliti in auto e hanno iniziato un lungo e tortuoso inseguimento del giovane corriere. Vicinanza, pregiudicato ritenuto in passato vicino al clan Stellato e che ha già scontato una pena per reati specifici, ha iniziato una lunga corsa per le strade di tutto il capoluogo. Passando per il suo quartiere, Pastena, ha anche tentato di disfarsi del pacchetto contenente la polverina bianca ma uno dei carabinieri di pattuglia è sceso al volo dalla gazzella e ha recuperato l’involucro mentre i suoi colleghi hanno proseguito nell’inseguimento. Vicinanza, grazie all’auto piccolo, è riuscito ad infilarsi per le stradine più stretto della cittadina, correndo allìimpazzata fino al centro dove la sua corsa, si è arrestata. Durante il tragitto ha rischiato anche di investire alcuni passanti e, quando i militari del maggiore Paolo Rubbo e del tenente Bartolo Taglietti hanno chiesto rinforzi dalla caserma, ha anche speronato l’auto dei carabinieri sperando di riuscire a svirgolarsi. Ma la sua folle corse si è arrestato proprio nel cuore del centro storico dove il giovane spacciatore è stato bloccato e arrestato. Poi, su disposizione del magistrato di turno, è stato condotto in carcere a Fuorni. 
Lunedì 9 Luglio 2018, 06:50 - Ultimo aggiornamento: 09-07-2018 10:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP