Incendio in casa e deposito di vernice:
intossicati padre, figlio e un vicino

di Paola Desiderio

Capaccio Paestum. Lo scoppio di una canna fumaria ha causato l'incendio di un'abitazione e di un deposito attiguo in cui era conservata della vernice. E' successo nella serata di ieri in via Cesine, località Spinazzo. Tre persone sono rimaste lievemente intossicate: si tratta dei proprietari dell'abitazione, padre e figlio, e di un vicino accorso per aiutarli. Tutti e tre sono stati trasportati per accertamenti in ospedale. A quanto sembra l'incendio sarebbe partito dalla canna fumaria della casa per poi raggiungere il deposito dove si è alimentato per la presenza di vernici e di altro materiale infiammabile. I proprietari di casa, dopo aver chiamato i vigili del fuco, hanno cercato, in attesa del loro arrivo da Eboli, di fermare il fuoco con l'aiuto del vicino, inalando molto fumo. Sul posto oltre ai caschi rossi, sono arrivate tre ambulanze del 118 che hanno trasportato i tre uomini in ospedale dove sono stati sottoposti ad accertamenti. Ingenti i danni causati dall'incendio, soprattutto nel capannone utilizzato come deposito.
Lunedì 20 Marzo 2017, 21:10 - Ultimo aggiornamento: 20-03-2017 21:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP