Concorso in abuso d'ufficio,
assolta la giunta di Castellabate

di Antonio Vuolo

Il GUP del Tribunale di Vallo della Lucania ha assolto - perché il fatto non sussiste - l’intera Giunta del Comune di Castellabate, imputata per concorso in abuso d’ufficio, pronunciando  sentenza di non luogo a procedere. «Il risalto che è stato dato alla vicenda giudiziaria, fomentata da una campagna mediatica spropositata, commenta il primo cittadino, Costabile Spinelli - ha gettato inutili ombre sul nostro percorso amministrativo e sollevato un polverone di polemiche. Questa vicenda mette in luce gli strumenti inopportuni utilizzati dai consiglieri di minoranza per gettare fango sul Sindaco e sull’Amministrazione, non curandosi neanche del danno che tale azione avrebbe causato all’intera comunità di Castellabate, che ha dovuto vedere il proprio Comune associato ad appellativi quali “bilanci falsati”, “danno patrimoniale” o “conti truccati”. Credo nelle azioni della magistratura e mi sono sempre dichiarato fiducioso della sua attenta analisi del caso. Questa sentenza restituisce onorabilità all’agire di quel periodo, dimostrando - ancora una volta - quanto la nostra azione amministrativa sia sempre lineare e trasparente». Non ci sarà nessun processo quindi per i fatti che risalgono al 2013, quando con Delibera di Consiglio n. 12 del 30 aprile, il sindaco, gli assessori e i consiglieri comunali allora in carica, approvarono il rendiconto di bilancio per la gestione dell’esercizio comunale 2012.
 
Martedì 13 Marzo 2018, 14:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP