Magliano Vetere, il sindaco resta al suo posto, il Tribunale respinge il ricorso dell'opposizione

di Carmela Santi

Carmine D'Alessandro resta sindaco di Magliano Vetere. Ora tutti dovranno farsene una ragione: l'esito del voto dovrà essere rispettato. Cade nel vuoto l'ennesimo ricorso presentato dagli ex consiglieri Angelo Pasca, Sabato Annunziato Riello e Bernardino Tarallo contro il primo cittadino Carmine D’Alessandro, decaduto dalla carica di sindaco proprio in seguito ad una decisione del tribunale e rieletto lo scorso 11 giugno. I ricorrenti sostenevano che D'Alessandro avesse già completato i suoi mandati da sindaco e non avrebbe potuto ricandiarsi. A sostegno di ciò le disposizione del testo unico degli enti locali secondo cui “Ai Comuni con popolazione fino a tremila abitanti ai sindaci è comunque consentito un numero massimo di tre mandati”. “La non applicabilità, per i piccoli Comuni, dei suddetti commi del Tuel chiarisce che un mandato è considerato valido qualunque sia la sua durata”, evidenziarono nel luglio scorso gli ex consiglieri, secondo cui in virtù di ciò D’Alessandro sarebbe giunto al quarto mandato consecutivo. Di qui la richiesta di accertare la inelegibilità del sindaco. I giudici, salvo ulteriori ricorsi, hanno però chiarito che l'esito del voto va rispettato.
Lunedì 11 Settembre 2017, 16:41 - Ultimo aggiornamento: 11-09-2017 16:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP