Fitto non pagato: aggrediscono
gli inquilini e finiscono a processo

di Nicola Sorrentino

ANGRI - Saranno processati per esercizio arbitrario delle proprie ragione i fratelli angresi M.D. e D.D., proprietari di un immobile e protagonisti di un episodio di violenza consumato dopo il mancato pagamento delle mensilità di un affitto. Dopo un credito accumulato di 1500 euro per via di mancati versamenti, decisero di affrontare a muso duro l'inquilino e suo figlio, che vivevano nell'appartamento. Uno dei due fu colpito al volto con un pugno, poi entrambi furono minacciati: "Se non mi dai stamattina i soldi ti sparo e ti faccio uscire sui giornali. Ora ti prendo i mobili e te li butto fuori di qui". Parte dell'appartamento, infatti, andò distrutto. L'episodio avvenne il 4 febbraio 2012. Ad andare danneggiati furono due salotti, una cristalliera, alcuni suppellettili e un bilardino. I due saranno processati dinanzi al giudice monocratico, dopo la citazione a giudizio della procura. Sono difesi dagli avvocati Michele Avino e Carlo De Martino
Domenica 13 Maggio 2018, 13:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP