Droga nel Cilento, catturato latitante: è in carcere insieme ai cinque complici

di Antonietta Nicodemo

È durata solo cinque giorni la latitanza di Abdelhadi Ache. Il marocchino di 28 anni era ricercato da lunedì scorso dai carabinieri della Compagnia di Sapri perché destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Vallo della Lucania. Un provvedimento restrittivo scattato al termine di un’inchiesta contro lo spaccio di droga nel Golfo di Policastro. Un’indagine che, oltre al marocchino, ha incastrato altri otto giovani tutti incensurati residenti nel Cilento. Per cinque di loro è scattato l'arresto per altri tre l'bbligo di firma. Tutti e nove sono accusati di spaccio di sostanze stupefacenti, del tipo hashish e marijuana.

L’extracomunitario era sfuggito alla cattura ma dopo attente ricerche sabato scorso è stato identificato e arrestato dai Carabinieri  di San Giovanni a Piro nei pressi della stazione ferroviaria di Salerno. Ora anche lui è rinchiuso nel carcere di Vallo della Lucania insieme agli altri indagati. Secondo gli inquirenti tutti si approvvigionavano dello stupefacente nell’hinterland salernitano e nel Nord della Calabria che poi piazzavano  nel basso salernitano. In particolare, secondo quanto venuto fuori dall’attività investigativa svolta tra marzo e settembre 2016, tra i Comuni  di San Giovanni a Piro e Santa Marina. 
Lunedì 13 Novembre 2017, 11:08 - Ultimo aggiornamento: 13-11-2017 11:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP