Nasce nel Vallo di Diano il caciobab:
metà caciocavallo e metà kebab

ARTICOLI CORRELATI
di Pasquale Sorrentino

Dal Vallo di Diano un'idea che vuole unire le culture dei popoli del Mediterraneo, le tradizione dell'arte casearia del Made in Italy e il food design: si tratta del caciobab. Il progetto “KeCacio”, con il suo prodotto di punta “il caciobab”, è un "matrimonio" di eccellenze del territorio del Vallo di Diano, e di Sassano, ad un prodotto esportabile ed apprezzabile in tutto il mondo ha portato all’idea del kebab di formaggio. Il caciocavallo cucinato come un kebab (ovvero sul particolare quanto tipico macchinario per cucinare il kebab).
 


O un kebab al "gusto" di formaggio. E anche frutto di amore tra Sara e Angelo, due ragazzi di Sassano che hanno unito le loro professioni e passioni per una idea molto particolare.  Un matrimonio alla base di tutto, quindi. Di Sara e di Angelo. E della fusione del prefisso “Ke”, legato alla parola Kebab, e “Cacio”  con riferimento al caciocavallo tipico di Sassano (come si vede nel video di Williams Antonio Lamattina). Un matrimonio di culture perché le influenze reciproche possono solo arricchire. Un esempio culinario di come l'integrazione possa essere positiva. O meglio, in questo caso, saporita. 
Lunedì 30 Gennaio 2017, 13:05 - Ultimo aggiornamento: 30-01-2017 13:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP