Controlli serrati della municipale nella Città dei Templi, accertate circa 50 violazioni al codice della strada

di Paola Desiderio

Controlli più severi da parte della polizia municipale di Capaccio Paestum per garantire il rispetto del codice della strada e di conseguenza aumentare il grado di sicurezza dei cittadini e l'ordine nella Città ei templi. Durante l'ultimo fine settimana sono state impegnate quattro pattuglie, due per ogni giorno, in particolare nel centro urbano di Capaccio Scalo, a Borgo Nuovo, sulla Strada Statale 18 e alla rotatoria di Capaccio Scalo, oltre ad agenti impegnati sul resto del territorio. 

Le violazioni  accertate e contestate dagli agenti, coordinati dal comandante Antonio Rubini, sono state dieci per quanto riguarda  le violazione per omesso uso delle cinture, per sorpassi vietati, omessa revisione, guida senza patente, mancata copertura assicurativa, mancanza di documenti. Mentre per il mancato rispetto dei limiti di velocità sono state  accertate  trentasei violazioni. Nel corso dell’attività di controllo mirata, è stato effettuato anche il rilievo di un incidente stradale.

«Il  nostro ruolo  è di stimolare il rispetto delle norme del codice della strada  - afferma il comandante Antonio Rubini - prestando attenzione agli utenti deboli della strada ed alla sicurezza stradale in genere. Soventemente, le violazioni più ricorrenti attengono alla modalità delle sosta, alla sosta negli spazi destinati  ai titolari di contrassegni invalidi,  soste in prossimità di intersezioni, sugli attraversamenti pedonali, senza lasciare  lo spazio per i pedoni, tutte violazioni che incidono sulla libertà altrui di potersi servire  senza limitazioni della strada o  dei servizi ad essa collegati. I comportamenti scorretti  di singoli soggetti hanno una ripercussione su una pluralità di utenti della strada, il nostro compito è  tutelare tutti e prevenire cercando di fornire indicazioni ai nostri cittadini sul comportamento corretto da tenere alla guida e sulle sanzioni che ne scaturiscono. Un aspetto importante sul quale  dovremo lavorare è quello sull’importanza dell’utilizzo del casco, soprattutto per i più giovani. Nel  ribadire che  la nostra  azione è  nell’interesse della comunità, invito quanti sono interessati e vogliono rendersi partecipi a fornirci  indicazioni per raggiungere i  risultati  prefissati».
Martedì 14 Novembre 2017, 18:48 - Ultimo aggiornamento: 14-11-2017 18:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP