Commissioni consiliari, l'amministrazione di Nocera Inferiore tenta di blindare i nomi

di Nello Ferrigno

E' top secret l'elenco dei componenti delle commissioni consiliari del Comune di Nocera Inferiore. Ieri sera durante la riunione di  maggioranza, che è servita a  mettere insieme i tasselli di un mosaico politico non non facile composizione, è arrivato l'ordine perentorio di non diffondere i nomi dei componenti delle commissioni fino a quando non saranno ratificate, cosa prevista per giovedì 12 ottobre. Voci di corridoio, però, consentono indiscrezioni. La presidenza della commissione lavori pubblici andrà a Giancarlo Giordano, politiche sociali a Umberto Iannotti, Antonio Alfano alle attività produttive, Renato Guerritore per le attività culturali. All'opposizione andrà la commissione garanzia e controllo, il nome non è stato ancora indicato dai partiti di minoranza. Resta in sospeso la commissione sanità che dovrebbe andare al consigliere comunale del Partito Democratico, Vincenzo Stile. Intanto è polemica per il bando pubblico con il quale l'amministrazione comunale dovrà individuare il successore di Ferdinando Argentino, il presidente della Nocera Multiservizi, la società partecipata che si occupa, tra l'altro, della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti. L'incarico è scaduto il 30 settembre scorso ma Argentino potrebbe restare ancora al suo posto per un errore di trascrizione del bando. Dieci le domande pervenute alla segreteria generale del municipio. Tra queste vi è anche quella di Vincenzo Petrosino che aspirava a diventare segretario cittadino del Pd ma che ha poi fatto un passo indietro a favore di Francesco Scarfò. 
Mercoledì 11 Ottobre 2017, 21:39 - Ultimo aggiornamento: 11-10-2017 21:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP