Clandestini e parcheggiatori abusivi, giro di vite della polizia sul lungomare di Salerno

di Petronilla Carillo

SALERNO - Due ghanesi fermati e portati in questura perché clandestini. Un parcheggiatore denunciato perché inottemperante al Daspo e un altro sanzionato. Diverse buste con dentro oggetti di diversa natura sequestrati a degli ambulanti senegalesi. È questo il bilancio di una vasta attività di controllo svolta dalla polizia di Stato lungo l’asse che dal lungomare porta fino al Comune di Salerno e che ha visto in prima linea il questore di Salerno Pasquale Errico. Poliziotto di strada, da sempre, è stato lui a capire che quei due ghanesi, seduti sulla ringhiera del lungomare all’altezza di piazza della Concordia, nascondevano qualcosa. Quando si è avvicinato loro uno dei due è fuggito via. È iniziata una lunga corsa a piedi tra il traffico delle auto fino a quando, con l’aiuto dei falchi, il ghanese fuggitivo è stato fermato e condotto in caserma dove ha trovato l’altro connazionale accompagnato dagli uomini delle Volanti. I due, sospettati di avere della droga, erano invece «puliti» ma sono risultati clandestini ai terminali. Guai anche per uno dei due parcheggiatori in servizio dinanzi al Comune di Salerno: già destinatario di un Daspo urbano, è stato ora segnalato all’autorità giudiziaria che dovrà ora intervenire, come dispone la legge, in maniera forte. Il suo collega, essendo nuovo ai controlli, è stato invece sanzionato per la violazione delle norme al codice della strada.
Lunedì 13 Novembre 2017, 06:25 - Ultimo aggiornamento: 12 Novembre, 22:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP