Cade il sindaco, il commissario annulla il Festival degli antichi suoni: «Non c'è tempo»

di Carmela SantI

Il Festival degli Antichi Suoni non si farà. L'evento più atteso dell'estate cilentana é stato annullato dal commissario prefettizio di Novi Velia Salvatore Tedesco. Quest'ultimo guida il comune cilentano dopo la caduta del sindaco Maria Ricchiuti, consigliere regionale dell'Udc. 

Per organizzare il festival era stato nominato dal commissario anche un nuovo presidente della Fondazione Antichi suoni. La scelta era ricaduta sull'ex direttore del Parco Nazionale Angelo De Vita. La macchina organizzativa era partita. Questa mattina la decisone del commissario di annullare tutto.  In una nota indirizzata tra gli altri al Presidente della Fondazione , ha spiegato che non sussistono le condizioni indispensabili allo svolgimento della manifestazione.

Ciò poiché la stessa richiede «un'attività amministrativa che per tempistica, dimensioni e complessità, appare difficilmente concretizzabile nei pochi giorni residui del mese di agosto». Per questo si è disposto di sospendere e revocare ogni attività inerente la manifestazione.

Il Festival degli antichi suoni è un evento di tre giorni che diventa di grande richiamo per Novi Velia. La kermesse diffonde la tradizione folcloristica ancora vivissima sul territorio.

La musica popolare riecheggia in tutte le viuzze, in tutte le piazzette e in tutte le cantine e nelle case si assaporano il vino locale, formaggi, salumi e la tipicissima mozzarela int’a murtedda.
Giovedì 10 Agosto 2017, 22:28 - Ultimo aggiornamento: 10-08-2017 22:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP