Bimbo morto per crisi d'asma:
«Processate la pediatra»

di Viviana De Vita

0
  • 465
Morì a 4 anni e mezzo per una crisi asmatica. La Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per A.M., la pediatra che ebbe in cura Liberato Calandra, il piccolo di Campagna deceduto nel marzo 2017 all’ospedale Maria Santissima dell’addolorata di Eboli dove era giunto già in fin di vita. Omicidio colposo è l’ipotesi di reato formulata dal sostituto procuratore Roberto Penna a carico della dottoressa che, secondo le risultanze investigative espletate dalla Procura anche sulla base di una complessa e particolareggiata consulenza medico legale, avrebbe somministrato al piccolo, affetto da asma bronchiale, una terapia non idonea alle sue condizioni di salute. Archiviata, invece, la posizione dei genitori del bimbo finiti anche loro in un primo momento sul registro degli indagati; a parere della Procura non ebbero alcuna responsabilità nella morte del figlio, curato negli ultimi tre mesi di vita attraverso dei dosaggi di medicinale non adeguati.
Giovedì 11 Ottobre 2018, 06:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP