La Cei fa quadrato attorno al Papa: «L'Amoris Laetitia va diffusa e fatta capire»

di Franca Giansoldati

Città del Vaticano I vescovi italiani fanno quadrato attorno a Papa Francesco accusato di eresia da un gruppo di teologi e intellettuali cattolici. L’Amoris Laetitia non si tocca, anzi va diffusa e fatta depositare nel tessuto parrocchiale nazionale. A parlare è il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, nella sua prima prolusione di apertura dalla quale poi dipenderà il dibattito interno nei prossimi giorni. «Dobbiamo impegnarci nelle Diocesi, nelle parrocchie e negli uffici pastorali per recepire con autenticità lo spirito dell’esortazione apostolica Amoris Laetitia». La famiglia resta un elemento di grande attenzione per la Chiesa.

«Il contesto attuale – caratterizzato da un crescente aumento di convivenze, separazioni e divorzi, nonché da un tasso di natalità che continua a diminuire drammaticamente – ci impone di guardare alla famiglia in modo concreto, senza cercare alcuna scorciatoia, scorgendo nelle fragilità della famiglia non solo i limiti dell’uomo, ma soprattutto il luogo della Grazia». Osservando poi le difficoltà che affrontano le famiglie italiane, Bassetti si fa interprete dell’ennesimo appello alla politica per »elaborare politiche innovative e concrete, che riconoscano, soprattutto, il fattore famiglia nel sistema fiscale italiano. Una misura giusta e urgente, non più rinviabile, per tutte le famiglie, in particolare quelle numerose. Una misura di cui avvertiamo l’assoluta importanza non solo perché avrebbe dei benefici sui redditi familiari ma perché potrebbe avere degli effetti positivi su un tema cruciale per il futuro della nazione: quello della natalità».
 
Lunedì 25 Settembre 2017, 17:08 - Ultimo aggiornamento: 25-09-2017 17:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP